Home Galleria Borghese e Roma barocca Roma sotterranea Tour tematici Tivoli e le Ville Referenze Chi siamo Contattaci
Scuole e Istituti
Musei e Monumenti
Visite guidate per periodi storici
La preistoria a Roma
MUSEO ETNOGRAFICO "PIGORINI"
Il museo etnografico nacque a fine ottocento per iniziativa di Luigi Pigorini ereditando parte delle collezioni del Museo del gesuita Atanasius Kircher. Nel corso di oltre un secolo si è andato arricchendo con migliaia di materiali provenienti da scavi e scoperte soprattutto nel Lazio. Le collezioni di paletnologia e la documentazione sia delle culture preistoriche italiane, europee ed extraeuropee sia delle culture delle popolazioni cd."primitive" contemporanee, ma soprattutto per dare un’impostazione scientifica unitaria agli studi e alle ricerche paletnologiche in Italia.

Il popolo Egizio
MUSEO GREGORIANO EGIZIO AI MUSEI VATICANI
Fondato per iniziativa di Papa Gregorio XVI nel 1839, il Museo Gregoriano Egizio raccoglie monumenti e reperti dell’antico Egitto in parte provenienti da Roma e da Villa Adriana (Tivoli), dove erano stati trasferiti per lo più in età imperiale, in parte appartenuti a collezioni private, ovvero acquistati da collezionisti ottocenteschi. L’interesse di Papi per l’Egitto era legato al ruolo fondamentale attribuito a questo paese dalle Sacre Scritture nella Storia della Salvezza.
Il Museo si articola in nove sale inframmezzate da un ampio emiciclo che si apre verso la terrazza del "Nicchione della Pigna", nel quale trovano posto numerose sculture. Le ultime due sale ospitano reperti provenienti dall’antica Mesopotamia e dalla Siria-Palestina.

Il popolo Etrusco
MUSEO A VALLE GIULIA
Della collezione di questo museo, ordinata per aree geografiche, fanno parte alcuni capolavori dell’antica Etruria, quali il Sarcofago degli sposi di Cerveteri (VI secolo a.C.) e la statua dell’Apollo di Veio (VI secolo a.C.) ma anche pregiate raccolte storiche, come la Castellani, ricca di ceramiche, bronzi e celebri lavori di oreficeria. Recenti restauri dell’edificio hanno reso fruibile un nuovo spazio espositivo al piano nobile dove sono collocate le antichità di Pyrgi.

MUSEO GREGORIANO ETRUSCO AI MUSEI VATICANI
Il museo, fondato da Papa Gregorio XVI nel 1837, raccoglie in gran parte oggetti rinvenuti negli scavi ottocenteschi delle antiche città dell’Etruria meridionale, allora comprese nello Stato Pontificio. I reperti abbracciano tutto l’arco dellaciviltà etrusca tra il IX ed il I secolo a.C., dall’età del ferro alla completa romanizzazione degli etruschi attraverso corredi funerari ricchi di ceramiche, bronzi, argenti e ori di produzione etrusca, cui si aggiungono alcuni capolavori quali il Marte di Todi e il Vaso di Exechias fanno, insieme alla completezza e alla varietà delle collezioni, di questo museo forse il più completo e interessante museo etrusco al mondo.

NECROPOLI a CERVETERI e a TARQUINIA
Sul sito dell’antica Caere (oggi Cerveteri)avremo modo di visitare uno dei più suggestivi complessi monumentali del genere: la Necropoli Etrusca della Banditaccia. La visita si rivelerà interessante soprattutto per gli aspetti architettonici degli ambienti funerari che avremo modo di visitare lungo tutta la via Sepolcrale come la Tomba dei Capitelli o la Tomba dei Rilievi solo per fare alcuni esempi.
Visita alla Necropoli Etrusca di Tarquinia che conserva suggestive tombe a camera sotterranea sparse in campagna a circa 4 km dal centro abitato... continua

ROMA ANTICA
Colosseo, Palatino, Foro Romano e Fori imperiali, Campidoglio
L’Anfiteatro Flavio meglio noto come Colosseo, luogo di spettacoli cruenti, il Palatino l’area che per tanti secoli gli imperatori scelsero per costruire le loro ville residenziali.
Il Foro Romano, il centro politico e religioso durante l’intera storia di Roma dalle origini al suo declino. Infine il Campidoglio con la meravigliosa piazza michelangiolesca in cui campeggia la statua dell’imperatore Marco Aurelio e dove è possibile godere della vista sul Foro Romano e sul Palatino nel loro complesso.

LA CULLA DELLA CIVILTA’ ROMANA
Foro Olitorio, Boario, Ponte Sublicio, Porto Tiberinus
L’area del Foro Boario risulta del massimo interesse perché essa è legata agli albori della città, e ancora più importante è quel tratto del Tevere, dove ora sono le rovine del cinquecentesco Ponte Rotto.
Le indagini archeologiche ci dicono che intorno all’anno 1000 a.C. si formarono piccoli insediamenti di capanne sul Palatino e sulle altre colline dando vita alla città di Roma. La crescita di questi primitivi insediamenti, fu incentivata dalla opportunità di sviluppare attività mercantili lungo il fiume Tevere. Il sale, preziosissimo perché utilizzato nell’allevamento del bestiame e per la conservazione delle carni, veniva estratto alla foce del Tevere, presso Ostia, e quindi trasportato verso le regioni dell’interno attraverso quella pista che sarebbe divenuta la via Salaria...

Circo Massimo, Terme di Caracalla, la via consolare dell’Appia Antica. Il Circo Massimo è considerato il circo più antico, dedicato alle corse di cavalli, costruito a Roma. Situato nella valle tra il Palatino e l’Aventino, è ricordato come sede di giochi sin dagli inizi della storia della città. Mentre la via Appia, la “regina viarum” come veniva definita è la prima delle vie consolari costruita dal console Appio Claudio Cieco nel 312 a.Cla meglio conservata nel suo aspetto originario, lungo le prime 8 miglia vi sono centinaia monumenti sepolcrali di ogni dimensione. Le Terme di Caracalla o Antoniniane (dal nome della dinastia degli Antonini), costituiscono uno dei più grandiosi esempi di terme imperiali di Roma, essendo ancora conservate per gran parte della loro struttura e libere da edifici moderni.

ROMA IMPERIALE
Monumenti nel centro di Roma
La visita inizierà con le maestose rovine del Mausoleo imperiale che ospitò le spoglie degli imperatori della dinastia Giulio-Claudia, per proseguire con l’Ara Pacis, il Pantheon, il tempio edificato da Agrippa, genero e intimo amico di Ottaviano Augusto, le Terme di Agrippa, lo Stadio e l’Odeon di Domiziano, Il Tempio di Adriano, Portico D’ottavia..

OSTIA ANTICA
Nel territorio si impiantò l’antica città di Ostia, fondata nel corso del IV secolo a.C.come accampamento militare e sviluppata nel corso dell’età imperiale romana come centro commerciale portuale, strettamente legato all’approvvigionamento del grano nella capitale. Raggiunse i 75.000 abitanti, ma declinò con la crisi del III secolo. Ebbe una ripresa nel IV secolo come sede residenziale, mentre le attività commerciali e amministrative si erano spostate nella città di Porto, ma decadde in seguito.
Torna ai tours
Guida turistica di Roma | Contatti: info@guidaturisticadiroma.it | cellulare 0039 333.21.49.049
Licenza n. 3539

© 2020 | Guida turistica di Roma | Tutti i diritti sono riservati
www.romaitinerarireligiosi.it | www.professionalromeguide.com | www.guidaturisticativoli.com